domenica 8 gennaio 2017

ANTENNA LOOP PREAMPLIFICATA

Purtroppo l'ala 1530 nel mese scorso mi ha abbandonato, probabilmente a causa di un alimentatore che erogava 19 V al posto dei 12 richiesti e ha bruciato i transistor del preamplificatore.
Nell'attesa di ricevere dalla Wellbrook il nuovo modulo da sostituire (ho optato per il modello 1530LF)  ho riesumato la mia vecchia antenna che avevo realizzato tempo fa che era una semplice loop realizzato con un hula hoop di plastica dentro al quale avevo inserito un coassiale sat da 6mm con schermo e centrale collegati assieme.
La sintonia avveniva tramite condensatore variabile e permetteva di coprire da circa 3 a 21 Mhz.
Preso dalla voglia di avere un'antenna che coprisse dalle onde lunghe a 30 Mhz, mi son messo a cercare in rete alcuni schemi per realizzare un preamplificatore adatto allo scopo.

Ho visto che molti hanno usato questo schema:

http://www.qsl.net/m0ayf/active-loop-receiving-antenna.html
http://air-radiorama.blogspot.it/2012/10/swl-active-hula-hoop-square-loop-rx.html

Cercando ancora ho visto che qualcuno ha apportato alcune modifiche:

http://air-radiorama.blogsp/2012/02/antenna-loop-indoor-larga-banda.htmlot.it

A questo punto ho deciso di intraprendere la realizzazione del pre seguendo quest'ultimo schema
modificato. Ho inserito all'ingresso del circuito due condensatori da 82Pf (dovrebbero servire come filtro passa basso per la banda 88-108 Mhz) e due diodi in controfase per ciascun lato del loop, a protezione da eventuali statiche.
Al posto del toroide ho usato una ferrite binoculare sulla quale ho avvolto 12 spire trifilari con filo di rame smaltato da 0.2 mm. Basta solo prestare attenzione al collegamento di T1a e T1b, in quanto devono avere il verso opposto tra loro.
Come transistor ho scelto quelli che avevo nel cassetto, una coppia di 2N2222A.
 Durante il funzionamento scaldano parecchio, quindi è meglio dotarli di dissipatore, visto che ne ero momentaneamente sprovvisto ho risolto applicando 2 piccoli tubi di alluminio che svolgono benissimo il loro lavoro

Ecco lo schema del preamplificatore e del modulo di alimentazione:


Elenco componenti

Per il preamplificatore:

C1,C2 :      82 pF
D1,D2,D3,D4: 1N4148
R1,R2,R3,R4: 4,7 Kohm
R5,R6,R7,R8: 100 ohm
C3,C4,C8:    1 microfarad
C6:          470 microfarad elettrolitico
C5:          10  microfarad elettrolitico
C7:          0,1 microfarad
L1:          Induttanza 470 microhenry
T1,T2,T3:    12 spire trifilari (diametro 0.2) avvolte su ferrite binoculare.


Per il modulo alimentatore:

D1:      diodo 1N5800
D2:      diodo led
R9:      1 kohm
F1:      fusibile autoripristinante 100 mA
C9, C10: 1 microfarad
C11:     0.1 microfarad
L2:      induttanza 1 mH


Per quel che riguarda la parte meccanica, la vecchia ala 1530 era composta da due distinti moduli, uno che fungeva da base con i 2 fori per inserire il loop di alluminio e l'altro che conteneva il pre vero e proprio. Il modulo sostitutivo che mi è arrivato pochi giorni fa è composto da un unica parte che ingloba sia i supporti del loop che il preamplificatore.
Quindi mi avanzava il vecchio modulo che altro non è che un cilindro di plastica con 2 fori riempito di resina nera. 
E' bastato effettuare due fori nella resina per poter far passare i 2 cavi che collegano il coassiale inserito all'interno dell'hula hoop. Asportando poi un po' di resina dal contenitore stesso mi è stato possibile inserire il connettore bnc femmina. A questo punto il problema era quello di trovare un contenitore adatto ad ospitare il preamplificatore. L'idea è sempre quella di non spendere troppi soldi e quindi la scelta è caduta su un barattolo di vetro con tappo a chiusura ermetica di diametro uguale al modulo dell'antenna. Il tappo è stato fissato saldamente al modulo stesso, in precedenza forato per far passare i 2 cavi del loop e quelli del connettore e sul tappo stesso ho montato la basetta del preamplificatore in verticale.
A questo punto si avvita il contenitore di vetro sul tappo e l'antenna è pronta :-)  

Le prime impressioni sono estremamente positive, nessun segno di intermodulazione, certo è sempre meglio usare un preselettore o almeno dei filtri per le onde medie,in quanto rai1 da Volpiano, a me vicinissima sui 999khz riesce sempre a saturare gli ingressi dei ricevitori, ma succede anche con l'ala 1530. In alternativa un attenuatore riduce il rischio che ciò accada. A presto farò delle prove comparative con l'ALA1530LF appena rimontata

antenna loop autocostruita

antenna loop autocostruita




Nessun commento:

Posta un commento